Anche la finitura superficiale di un’acciottolato in terra stabilizzata è in linea con le aspettative che una pavimentazione “naturale” di questo tipo promette già dal momento della sua scelta progettuale e architettonica, ossia la realizzazione di una strada o un cortile in terra battuta che ricordi in tutto e per tutto (alla vista, al tatto e al calpestio) una strada naturale. Innanzitutto la colorazione finale rispecchierà, quasi fedelmente, il colore dell’aggregato di partenza, in quanto sia il legante utilizzato che Stabilsana sono dosati in modeste quantità in confronto alla quantità totale di aggregato, che a quel punto governa le sorti cromatiche. La finitura, inizialmente abbastanza liscia e regolare per opera della compattatura con rullo, tenderà nel tempo ad irruvidirsi a causa della perdita di consistenza della corteccia millimetrica (causata dagli eventi atmosferici naturali: pioggia, grandine, neve, ghiaccio, ecc…) provocando il distacco e il deposito, in modo “naturalmente” disordinato, di parte degli aggregati costituenti la parte più fine dell’aggregato, galleggiante.